Luglio 16, 2024

Screenshot

1a giornata Gruppo B – 15 giugno 2024

Sabato 15 giugno al Westfalenstadion di Dortmund alle ore 20:30 si gioca Italia-Albania partita d’esordio della nostra nazionale

al campionato europeo.

Luciano Spalletti schiera la seguente formazione: Donnarumma, Di Lorenzo, Bastoni, Calafiori, Dimarco, Jorginho, Barella, Chiesa, Frattesi, Pellegrini, Scamacca.

Dopo 28” errore incredibile di Federico Dimarco che sbaglia la rimessa laterale e serveBajrami, la conclusione di potenza supera Donnarumma e regala il vantaggio 1-0 all’Albania. È il gol più veloce di sempre, segnato in un campionato europeo e purtroppo questo record negativo lo abbiamo subito noi…

La risposta azzurra è immediata, al 3’ cross di Chiesa verso Scamacca, finta per Pellegrini che calcia da buona posizione ma non trova la porta.

Asani all’8’ rientra sul sinistro e calcia ma questa volta la chiusura di Di Marco è buona e poi Di Lorenzo, prolunga di testa in calcio d’angolo.

All’11 calcio d’angolo dalla bandierina di sinistra con Dimarco che serve Pellegrini, cross preciso sul secondo palo e stacco di testa di Bastoni che regala il pareggio 1-1 all’Italia.

Al 16’ Scamacca controlla un buon pallone in area di rigore e poi lo calcia verso la porta; sulla respinta del difensore arriva Barella che non ci pensa due volte e dal limite dell’area lo scaraventa in rete per il gol del vantaggio azzurro 2-1.

Viene ammonito al 21’ Pellegrini per un fallo al centro del campo su Asllani.

Grandissima giocata al 31’ di Chiesa, cross in direzione di Pellegrini che tenta una maglia con una rovesciata volante ma non riesce a dare la giusta traiettoria al pallone. 

Al 33’ Scamacca serve Frattesi che si presenta tutto solo a tu per tu con Strakosha: il tiro è preciso ma l’intervento del portiere fa terminare il pallone sul palo e l’Albania può così salvarsi.

Al 40’ Pellegrini salta più in alto del diretto avversario e con un preciso colpo di testa serve Scamacca che mette a terra il pallone e calcia verso la porta ma Berisha è ancora una volta attento e respinge. 

Al 47’ bella azione corale dell’Italia con Frattesi che allarga su Chiesa, cross al centro verso Scamacca che non ci arriva, si tuffa Pellegrini che colpisce con la spalla e spedisce il pallone a fondo campo.

Dopo 3’ di recupero il direttore di gara ma da le squadre negli spogliatoti con la nostra nazionale in vantaggio per 2-1.

Al 50’ Scamacca cerca il passaggio in profondità sul taglio di Frattesi ma l’uscita del portiere è precisa e l’azione sfuma.

Un minuto dopo, Calafiori commette fallo su Broja che sbraccia in maniera vistosa e colpisce con una gomitata il difensore azzurro. 

Il direttore di gara concede il calcio di punizione all’Albania ma ammonisce tutti e due i calciatori per reciproche scorrettezze.

Al 56’ Dimarco prolunga il pallone verso Frattesi che si presenta a tu per tu con il portiere bravo a respingere. L’arbitro ferma il gioco per una posizione di fuorigioco ma i dubbi sulla posizione sono tanti. 

Ancora Italia pericolosa al 59’ con Scamacca che recupera un ottimo pallone, lo serve a Chiesa che calcia di prima intenzione ma il tiro termina di poco largo a portiere battuto.

Al 64’ Chiesa serve Barella, passaggio in profondità verso Frattesi che si allunga e riesce a calciare quasi sulla linea di fondo campo ma il pallone termina alto sopra la traversa.

Azione fotocopia di quella che nel primo tempo ha portato al pareggio azzurro; cross sul secondo palo di Dimarco e colpo di testa di Bastoni che viene respinto ancora in angolo dal difensore.

Al 74’ il neo entrato Hoxha commette un fallo brutto quanto inutile su Frattesi e viene ammonito dall’arbitro.

Doppia sostituzione nella Roma al 77’ con Pellegrini e Chiesa che lasciano il campo a Cristante e Cambiaso.

Progressione di Dimarco al 79’ sulla fascia sinistra e tiro dalla distanza che viene bloccato dal portiere albanese.

Altro doppio cambio nella nostra nazionale con Retegui e Darmian che subentrano a Scamacca e Dimarco.

Al 90’ lancio di Asllani in profondità per Manaj che controlla e a tu per tu con Donnarumma calcia ma il portiere azzurro con un grandissimo intervento salva il risultato. 

Al 91’ entra in campo Folorunsho al posto di Barella. Dopo 4’ di recupero il direttore di gara fischia la fine della partita con l’Italia che vince meritatamente e porta a casa i primi punti di questo europeo 2024. 

ITALIA-ALBANIA 2-1

ITALIA (4-2-3-1): Donnarumma; Di Lorenzo, Bastoni, Calafiori, Dimarco (dal 38′ st Darmian); Jorginho; Barella (dal 47′ st Folorunsho); Frattesi, Pellegrini (dal 32′ st Cristante), Chiesa (dal 32′ st Cambiaso); Scamacca (dal 38′ st Retegui). A disp.: Vicario, Meret, Buongiorno, Gatti, Raspadori, Bellanova, Mancini, Zaccagni, Fagioli, El Shaarawy. Ct. Spalletti

ALBANIA (4-3-3): Strakosha; Hysaj, Djimsiti, Ajeti, Mitaj; Asllani, Ramadani, Bajrami (dal 42′ st Muçi); Asani (dal 23′ st Hoxha), Broja (dal 32′ st Manaj), Seferi (dal 23′ st Laçi). A disp.: E. Berisha, Kastrati, Balliu, Gjasula, Mihaj, M. Berisha, Ismajli, Daku, Abrashi, Kumbulla, Aliji. Ct. Sylvinho

Marcatori:1′ Bajrami, 11′ Bastoni, 16′ Barella

Arbitro: Zwayer (Germania). Assistenti: Lupp-Achmüller (Germania). Quarto ufficiale: Siebert (Germania)

Note: ammoniti Pellegrini, Calafiori, Broja, Hoxha

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *